Whistleblowing e GDPR: punti critici e scenari futuri

Fonte: AgendaDigitale

Chi lavora per un’azienda o per un ente pubblico è spesso il primo a venire a conoscenza di eventuali illeciti commessi all’interno della propria organizzazione e si trova quindi in una posizione privilegiata per poter informare coloro che sono in grado di risolvere il problema, sia all’interno che all’esterno dell’organizzazione. Per questo motivo in numerosi ordinamenti sono state introdotte normative che prevedono l’adozione da parte di aziende ed enti pubblici di sistemi interni di segnalazione di presunti illeciti (cosiddetto whistleblowing) (ad esempio, il Sarbanes-Oxley Corporate Reform Act negli Stati Uniti ed il Public Interest Disclosure Act in Gran Bretagna).

Il Garante italiano ha recentemente fornito alcuni limitati chiarimenti sul whistleblowing nel settore pubblico nel proprio parere sulle linee guida dell’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC). Tuttavia, rimangono aperti svariati interrogativi, come verrà illustrato qui di seguito. Continua a leggere