Videosorveglianza e Privacy in palestra

da Cybersecurity

Per venire incontro alle esigenze sempre più complesse degli sportivi, molte palestre hanno installato degli impianti di videosorveglianza per garantire la sicurezza degli accessi, anche negli orari notturni.

“Le norme del GDPR stabiliscono a riguardo indicazioni precise: chi entra in un’area videosorvegliata deve esserne a conoscenza ancor prima, pertanto sarebbe opportuno collocare un primo cartello proprio nello spazio adiacente gli ingressi e porne uno in ogni area monitorata”

Una ulteriore esigenza per queste strutture è quella di installare le videocamere anche negli spogliatoi onde evitare la sottrazione di effetti personali: per ora non è ancora possibile riprendere quegli ambienti, anche segnalando opportunamente.

La necessità che palestre aperte h 24, prive di personale nelle ore notturne, abbiano mezzi di sorveglianza rafforzati, idonei a salvaguardare la tutela del patrimonio aziendale e garantire la protezione degli iscritti, risponde a quel requisito di proporzionalità caldeggiato dal Regolamento 679/2016 e, nel contempo, non risulta in contrasto con alcun comportamento lesivo della privacy dei suoi iscritti le cui uniche immagini che potranno essere divulgate, saranno i selfie da loro stessi scattati e condivisi.
Leggi l’articolo completo