Videosorveglianza a lavoro, la decisione della Cassazione: serve l’accordo sindacale

Fonte: CyberSecurity360

Dichiarando inammissibile il ricorso di un imprenditore, la Corte di Cassazione ha sottolineato come per installare la videosorveglianza sul posto di lavoro non basti il consenso scritto dei dipendenti. Nella sentenza 50919 del 15 luglio 2019, ma pubblicata il 17 dicembre 2019, si spiega infatti la necessità di un accordo sindacale, a causa dello squilibrio tra datore di lavoro e sottoposti. “Principi già affermati dal WP29”, precisa l’avvocato Anna Cataleta, P4I. Continua a leggere