Tracciati online col “browser fingerprinting”: cos’è e come proteggerci

Fonte: AgendaDigitale

Il browser fingerprinting presenta pro e contro, una soluzione ai problemi di privacy sembra essere stata già fornita dalla normativa europea. Resta da vedere se, dal lato pratico, il diritto degli utenti della rete a non essere monitorati senza un consenso preventivo sarà rispettato. Ecco i rischi e come limitarli.

Le problematiche relative alla privacy online degli utenti si arricchiscono ogni giorno di nuovi scenari. Se i “cookie” (tecnici, analitici e di profilazione) sono oramai conosciuti anche ai meno esperti in informatica ed a tutti coloro che utilizzano il computer solo per attività extra-lavorative, lo stesso non si può dire per il “fingerprinting” o meglio il “browser fingerprinting” termine che indica un metodo di tracciamento dell’attività online sconosciuto a molti. Continua a leggere