Riconoscimento facciale e privacy, Google: “Sviluppi della tecnologia da valutare, servono regole”

Fonte: Repubblica

“Vediamo che il riconoscimento facciale comporta molti rischi, perciò da parte nostra c’è un periodo di attesa fino a quando non vedremo come viene utilizzato”: così il ceo di Google, Sundar Pichai, a Bruxelles, durante una conferenza sull’intelligenza artificiale organizzata dal think-tank europeo Bruegel. “E’ importante che i governi lavorino il prima possibile a normative per affrontare” lo sviluppo e l’uso del riconoscimento facciale, ha spiegato Pichai intervenendo sull’eventualità al vaglio dell’Ue di introdurre una moratoria di cinque anni per l’uso della tecnologia nei luoghi pubblici in Europa, al fine di valutarne l’impatto e i rischi. Al momento – ha evidenziato il ceo di Mountain View – Google non offre prodotti per il riconoscimento facciale generico perché è una delle “applicazioni ad alto rischio” che i governi dovrebbero considerare come priorità. Continua a leggere