Registrazione delle conversazioni e privacy sul luogo di lavoro: il quadro normativo

Fonte: CyberSecurity360

Occorre prestare sempre la massima cautela quando si parla di registrazione delle conversazioni e privacy, soprattutto quando queste avvengono sul luogo di lavoro. Cerchiamo di capire cosa dice la legge per tracciare un quadro normativo in materia di tutela dei dati personali.

Effettuare una registrazione delle conversazioni tra presenti, di nascosto, è lecito. Si può, quindi, nascondere un registratore nella borsa o nella tasca e azionare il tasto di registrazione mentre gli altri, all’insaputa di ciò, parlano.

È lecito a determinate condizioni e solo se si partecipa ovvero se si è fisicamente presenti alla discussione; non si può cioè lasciare il registratore acceso e andare in un’altra camera, o ancor peggio, azionare da remoto il tasto di registrazione del registratore o della telecamera. Continua a leggere