Istruzioni del Garante Privacy sul Registro dei trattamenti

Il Garante Privacy, oggi, ha pubblicato delle utilissime FAQ relative al contenuto di un adempimento di primissimo piano in materia di adeguamenti privacy.

Per quanto riguarda la nostra opinione, al di là degli obblighi discendenti dalla normativa europea e nazionale, un registro dei trattamenti completo ed aggiornato, pur se redatto in forma sintetica, è il punto di partenza irrinunciabile per ogni percorso di compliance in materia di trattamento dei dati. 

Non solo, anche laddove l’esigenza dell’azienda sia unicamente quella di ricevere consulenza su specifiche materie, la disponibilità di un registro dei trattamenti (lato Controller e/o lato Processor) facilità enormemente il compito al consulente, favorendo un output il più possibile personalizzato e puntuale.

Accogliamo, dunque, con piacere questa nuova pubblicazione dell’Autorità Garante, certi che possa contribuire a sensibilizzare le aziende ad intraprendere percorsi di adeguamento precisi e personalizzati, volti alla reale sicurezza dei trattamenti effettuati, più che ad una sterile ottemperanza alle norme.