Intelligenza artificiale a supporto del DPO, tutti i vantaggi per l’azienda

Fonte: AgendaDigitale

L’Intelligenza artificiale sta entrando sempre più nelle prassi operative delle aziende come strumento usato con molteplici finalità. Una di queste è il supporto alle attività di audit, in particolare può essere utilizzata efficacemente per supportare l’attività del DPO richiesto dal GDPR e di verifica della conformità alla normativa del Sistema di gestione dei dati personali (SGDP) e per il suo mantenimento.

Chi ha costruito un SGDP in un contesto anche poco complesso, normalmente ha definito dei requisiti che tale sistema deve rispettare per essere conforme alla normativa ed ha definito degli obiettivi di controllo, il cui raggiungimento consente di indirizzare i processi nella giusta direzione. I controlli possono essere molto numerosi in dipendenza di quanto si vuole andare in profondità nelle verifiche. Il mantenimento del SGDP allineato a tali obiettivi comporta un’attività continua di audit dovuta anche all’incessante evolvere delle modalità operative messe in atto dall’azienda per stare sul mercato e, conseguentemente, del modificarsi dei processi e dei sistemi che impattano sui dati personali. Continua a leggere