Il Roi della privacy vale il doppio degli investimenti

Fonte: CorCom

Puntare risorse sulla riservatezza e sulla protezione dei dati conviene. A dirlo è il 2020 Data Privacy Benchmark Study, la terza edizione dello studio annuale di Cisco dedicato a questo specifico ambito. Secondo l’indagine, basata sul coinvolgimento di 2800 aziende in 13 paesi inclusa l’Italia, si nota per la prima volta un ritorno sugli investimenti effettuati nelle soluzioni e nelle strategie di difesa. Il 70% delle aziende – rispetto al 40% nel 2019 – dichiara di aver ottenuto vantaggi di business significativi dall’attuazione di piani ad hoc per la privacy dei dati, che vanno oltre la semplicità conformità normativa.

Lo studio, effettuato con la procedura “doppio-cieco”, fornisce una visione approfondita del livello di adozione di procedure per la privacy dei dati a un anno e mezzo dall’effettiva entrata in vigore del Gdpr (General Data Protection Regulation) nell’Unione Europea. L’esigenza dei clienti di una maggiore protezione e riservatezza dei dati, la minaccia costante di violazioni dei dati, un utilizzo improprio da parte di utenti autorizzati e non, e la necessità di adeguarsi al Gdpr e a leggi simili, hanno spinto gran parte delle aziende in tutto il mondo ad effettuare considerevoli investimenti per la tutela della privacy, e oggi stanno portando grandi ritorni. Continua a leggere