Il Consiglio europeo approva la libera circolazione dei dati non personali all’interno dell’UE

Il 9 novembre scorso il Consiglio europeo ha approvato le nuove norme in materia di data protection volte a liberalizzare la circolazione, nell’area UE, dei dati “non personali”. Per dati non personali si intendono dati non relativi a persone fisiche e dunque non soggetti alla disciplina del GDPR (ad esempio dati relativi al funzionamento di macchinari industriali raccolti mediante Internet of Things), ma anche dati aggregati e anonimizzati in modo completo ed irreversibile (ad esempio dataset aggregati utilizzati per big data analytics). Questi dati potranno essere trattati dalle aziende senza dover subire restrizioni connesse alla localizzazione degli stessi (ad esempio

per trattamenti in Cloud), fatte salve ragioni di sicurezza nazionali contenute in norme europee o degli Stati membri.

Qui il link del documento.