Il CEO di Apple: shine a light

tratto da BusinessInsider

Tim Cook, il CEO del colosso della silicon valley, si è pronunciato sulla “shadow economy” del commercio dei dati degli utenti.
Ha denunciato l’approccio immorale dei grandi colossi della tecnologia.

I data broker sono aziende che agiscono come intermediari, trasferendo dati da imprese e luoghi diversi, o come preferisce definirli Cook “aziende che esistono solamente per raccogliere le nostre informazioni, impacchettarle e venderle immediatamente ad un altro acquirente”. Le più grandi compagnie di Data broker sono aziende come Axciom, Experian e Oracle.

“Ora come ora, tutti questi mercati secondari per le vostre informazioni esistono in una economia ombra che è per larga parte incontrollata – fuori dalla vista dei consumatori, dei regolamenti e dai legislatori” ha dichiarato Tim Cook.

Cook ha invitato il governo degli Stati Uniti a ideare una legislazione federale per dare più potere ai consumatori finali e far sì che i Data broker si registrino ad un albo che implichi dei requisiti minimi di trasparenza.
A sostegno del suo impegno per la protezione dei dati personali il CEO di Apple ha anche lanciato l’hashtag #shinealight (facciamo chiarezza).
Nella “vecchia” Europa c’è il GDPR a far luce, già in forze da quasi un anno.

leggi l’articolo completo

This entry was posted in News and tagged , . Bookmark the permalink.