GDPR, ruolo e valore delle autorizzazioni generali del Garante Privacy

Fonte: CyberSecurity360

Non è banale interrogarsi sul valore che hanno le autorizzazioni generali rilasciate dal Garante per la privacy. A parere di chi scrive è chiaro che l’autorizzazione generale non possa essere ritenuta una sorta di base giuridica dalla quale derivare la possibilità di non chiedere consenso per i trattamenti ivi indicati.

Ciò emerge dal combinato disposto di norme attuali e di norme abrogate. Non è in effetti semplice la comprensione del quadro normativo ma, partendo dall’analisi letterale dei testi, risulta sicuramente tutto più chiaro. Continua a leggere