GDPR: non solo sanzioni, ma anche responsabilità civile e penale. Rischi reali e come difendersi

Fonte: CyberSecurity360

Quali sono i rischi della mancata compliance alla disciplina in materia di protezione dei dati personali? Rispondere a questa domanda non è banale, in un contesto caratterizzato da una disciplina nazionale complessa e frammentata, sulla quale il GDPR si è instaurato.

Ciò che è certo è che le conseguenze del mancato adeguamento vanno oltre le sanzioni economiche previste dal Regolamento e che si rende necessaria una visione d’insieme che tenga conto di aspetti ulteriori e, spesso, ignorati.

Seppure il GDPR sia direttamente applicabile negli Stati membri, è imprescindibile il suo coordinamento con la disciplina interna, la quale continua a regolare alcuni aspetti quali, a esempio, il risarcimento dei danni agli interessati ed eventuali conseguenze penali.

Le controversie in materia di trattamento dei dati personali sono quindi demandate solo in parte alla competenza dell’Autorità Garante, la quale decide sull’applicabilità delle misure di cui al GDPR, mentre gli aspetti legati al risarcimento dei danni e alle conseguenze penali sono di rispettiva competenza della giurisdizione civile e di quella penale. Continua a leggere