GDPR e risarcimento dei danni per trattamento illecito dei dati, ecco le regole

Fonte: CyberSecurity360

Due sentenze della Corte di Cassazione offre lo spunto per riflettere sul risarcimento del danno non patrimoniale conseguente alla violazione del dato a causa di trattamenti illeciti. Il tutto alla luce del GDPR e della normativa nazionale, quale il D.lgs. 101/2018.

Quest’ultimo provvedimento ha infatti coordinato il Regolamento con le previgenti norme nazionali di settore ed in particolare, in materia di responsabilità civile, ha sancito l’abrogazione del titolo terzo della parte prima del Codice Privacy (D. Lgs.vo n. 196/2003), travolgendone l’art. 15. Continua a leggere