GDPR e Registro delle Opposizioni: ambiti applicativi e regole di conformità

Fonte: CyberSecurity360

A due anni dall’entrata in vigore della legge 5/2018, durante uno degli ultimi consigli dei Ministri è stato effettuato il primo esame preliminare del nuovo regolamento sul Registro delle Opposizioni che mira a inserire anche i numeri cellulari insieme ai fissi e alla posta cartacea contro il dilagante fenomeno del marketing indesiderato.

Questo regolamento, redatto congiuntamente dalla Presidenza del Consiglio e dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), è necessario per dare effettiva operatività alla predetta legge 5/2018.

La preparazione di tale regolamento necessiterà di un lungo lavoro, accompagnato dalle opportune consultazioni con il Garante Privacy e gli operatori coinvolti. In attesa, è importante analizzare quanto la legge 5/2018 apporti alla luce del GDPR o, quantomeno, qualora il GDPR venisse effettivamente applicato e fatto osservare. Continua a leggere