GDPR e medico competente, luci ed ombre di un ruolo complesso

Fonte: AgendaDigitale

Nonostante i molteplici tentativi di inquadrare in maniera chiara ed esaustiva la figura del medico competente[1] tra quelle istituzionalmente previste dalla disciplina in materia di trattamento di dati personali, permangono ancora molti dubbi e perplessità su quale possa effettivamente essere la migliore e più corretta interpretazione delle disposizioni del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) e del Codice Privacy, come aggiornato dal D.Lgs. 101/2018.

Una figura, quella del medico competente, che – come accade per soggetti professionalmente simili o comunque in ambiti contigui – oscilla e vacilla nelle diverse interpretazioni tra titolare autonomo e responsabile del trattamento. È doveroso, per meglio comprendere la posizione del medico del lavoro, soffermarsi sul trattamento dei dati relativi alla salute. Continua a leggere