Enti del terzo settore e GDPR: i consigli e la guida pratica per un corretto adeguamento

Fonte: CyberSecurity360

Il Regolamento UE 679/2916 non fa eccezioni: anche gli enti del terzo settore devono rispettare le sue disposizioni e adeguarsi al GDPR.

Il percorso di adeguamento non deve essere vissuto come mero aggiornamento della documentazione e predisposizione delle ormai datate misure minime di sicurezza. Adeguarsi al GDPR per gli enti che trattano così tanti dati, anche di tipo particolare, significa non solo evitare sanzioni ma salvaguardare il proprio patrimonio documentale.

Da ciò deriva anche proteggere gli interessati, spesso soggetti vulnerabili, dai rischi di perdita o diffusione dei loro dati ed evitare che un singolo episodio di data breach possa vanificare anni di attività. Avviare un percorso di adeguamento risulta quindi fondamentale: ecco come farlo e da dove iniziare. Continua a leggere