eCommerce, come fare un sito a prova di GDPR

Fonte: Agenda Digitale

La fretta di fare un sito eCommerce in questa fase, per contrastare la crisi dei ricavi tradizionali, può essere cattiva consigliera. Si rischia infatti di non considerare la questione dell’adeguamento privacy al GDPR.

E questo vale sia per quelle realtà che non hanno ancora completato la propria compliance, sia per i nuovi e-commerce che devono presentarsi sul mercato perfettamente in regola per quanto concerne il trattamento dei dati personali.

Per quanto concerne i siti di eCommerce, l’adeguamento risulta un processo piuttosto particolare poiché nella complessità di un procedimento che deve conciliare aspetti tecnici e aspetti legali, devono essere in primo luogo analizzati i trattamenti che vengono realizzati, molto spesso complessi e articolati, anche con riferimento alle particolari tipologie di prodotti offerti all’utente.

In quest’ottica è quindi necessario procedere con ordine e valutare quali siano gli aspetti da tenere in considerazione per adeguare un sito e-commerce al GDPR.

In primo luogo, è necessario fare un’importante premessa: il punto di partenza per un corretto adeguamento è dato da una attenta e specifica analisi del sito dal lato tecnico.

Leggi tutto