Dispositivi di lettura del dato biometrico come strumento di facility access aziendale: regole normative

Fonte: CyberSecurity360

Tra i vari sistemi di autenticazione comparsi nell’era moderna e ad alto profilo tecnologico si è assistito, negli ultimi anni, alla diffusione dei dispositivi di lettura del dato biometrico, sia di tipo attivo, che pertanto pretendono l’interazione dell’interessato, sia di tipo passivo, che invece non richiedono alcuna condotta da parte dell’interessato ma assumono in via autonoma il dato necessario.

Questi stessi dispositivi di acquisizione e riconoscimento del dato biometrico, sempre più spesso, vengono utilizzati per agevolare l’accesso degli utenti al perimetro aziendale o a determinate aree interne più o meno riservate. Continua a leggere