Diritto alla portabilità dei dati: ecco gli obblighi per le aziende

Fonte: CyberSecurity360

Sistemi di identificazione e interoperabilità: sono questi gli aspetti principali che le aziende, che trattano i dati personali in modo automatizzato, devono valutare all’atto della predisposizione delle procedure interne per il soddisfacimento delle richieste di portabilità dei dati avanzate ai sensi dell’art. 20 del GDPR.

All’interessato, infatti, è stato riconosciuto non solo il diritto di ricevere dal titolare del trattamento i dati personali da lui stesso forniti, ma anche e, soprattutto, il diritto di richiedere che i dati forniti vengano direttamente trasmessi da un titolare all’altro.

Vediamo quindi come operare nel caso in cui l’azienda, titolare del trattamento, venga interpellata con richiesta di portabilità avanzata da un interessato. Continua a leggere