Dati personali e di salute, ecco come trattarli per fini giudiziari

Fonte: CyberSecurity360

Il trattamento dei dati particolari, soprattutto se riguardano la salute delle persone fisiche, deve essere svolto in stretta osservanza delle norme. Un provvedimento del Garante chiarisce come è lecito agire alla luce del GDPR.

I dati particolari, soprattutto quelli riguardanti la salute, possono essere usati per fini giudiziari solo rispettando strettamente la normativa. Per trattare tali categorie di dati in modo adeguato senza violare il GDPR, il Garante della privacy ha emanato un documento, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale, Serie Generale n. 176 del 29 luglio 2019, cioè il “Provvedimento recante le prescrizioni relative al trattamento di categorie particolari di dati, ai sensi dell’art. 21, comma 1 del D.lgs. 10 agosto 2018, n. 101″.

Partendo dal contesto normativo, analizziamo le condizioni di liceità del trattamento di dati personali per fini difensivi, in particolare dei limiti a questo imposti dal Codice Privacy. Continua a leggere