Dati in cambio di soldi? Consenso al trattamento e scenari futuri

Fonte: AgendaDigitale

Ad agosto scorso il Garante per la Privacy ha richiesto un parere all’EDPB riguardo a WePeople, un’app che permette all’interessato di creare una propria banca dati personali e guadagnare dalla condivisione delle proprie informazioni con altri titolari del trattamento. Al di là dei profili giuridici della delega dell’interessato a una società terza per ottenere e gestire i dati personali, il tema fondamentale che si pone è quello della “commerciabilità” dei dati personali. Continua a leggere