Coronavirus, nel decreto-legge non prevista la geolocalizzazione dei cellulari. L’alternativa a prova di privacy

Fonte: Key4Biz

Il decreto-legge per il potenziamento del Servizio sanitario nazionale in relazione all’emergenza COVID-19, del 9 marzo firmato dal Presidente della Repubblica, prevede nell’articolo 14 la deroga al GDPR per il trattamento e la comunicazione dei dati sanitari dei cittadini interessati dal Coronavirus da parte della Protezione civile, del Ministero della salute e dell’Istituto  Superiore  di Sanità, le strutture pubbliche e private che operano nell’ambito del Servizio sanitario nazionale e i soggetti deputati a monitorare e garantire l’esecuzione delle misure disposte per contenere il COVID-19. Continua a leggere