Coronavirus, anche l’Italia verso il “contact tracing”? Ecco lo spiraglio normativo

Fonte: AgendaDigitale

Le app e i servizi di contact tracing per il coronavirus, ora allo studio dell’Italia con un’apposita task force guidata da Walter Ricciardi dall’Oms secondo il modello corea, devono fare i conti con alcune questioni normative: la possibilità di revoca del consenso o con l’eventuale richiesta di cancellazione dei dati da parte degli utenti. Tutte prerogative previste per gli interessati dalla normativa europea in materia di protezione dei dati; gli spunti per una riflessione, tuttavia, non mancano e, in caso dovesse rivelarsi necessario, la strada alla sperimentazione parrebbe aperta. Continua a leggere