Brexit e protezione dei dati: tutti i dubbi che restano da chiarire

Fonte: AgendaDigitale

Si aprono anche dubbi e potenziali controversie in tema di protezione dati personali con la Brexit, ormai confermata.

Ricordiamo che a tre anni e 7 mesi dal referendum sull’uscita dall’Ue e ricevuto il royal assent da Sua Maestà la Regina il 23 gennaio, il Regno Unito “è arrivato al traguardo” della Brexit, che si realizzerà il 31 gennaio 2020.

Dal primo febbraio 2020 comincerà quindi il periodo di transizione, che terminerà il 31 dicembre 2020 (a meno che una decisione di proroga non sia presa di comune accordo prima del primo luglio 2020) e offrirà al Regno Unito il tempo e l’opportunità di negoziare le future relazioni con l’Ue. Molte ed eterogenee le questioni: commercio, difesa, clima, diritti dei lavoratori, immigrazione, istruzione, scienza, pesca, agricoltura, aiuti di Stato, e protezione dei dati.

Proviamo a chiarire alcuni equivoci proprio su questo ultimo aspetto. Continua a leggere